Seminari Bruniani (Quattordicesimo ciclo) con Roberto Bondì e Andrei Rossius, London, Warburg Institute, 8 – 11 giugno 2011

SEMINARI BRUNIANI (Quattordicesimo ciclo)

In collaborazione con:

Warburg Institute

Centro Internazionale di Studi Bruniani “Giovanni Aquilecchia” (C.I.S.B.)


8 – 11 giugno 2011, London, Warburg Institute

08 Giugno 2011, ore 10:00 – 11 Giugno 2011 ore 18:00


PROGRAMMA

Ore 10, Inaugurazione dei seminari
Peter Mack (Direttore del Warburg Institute)
Nuccio Ordine (Segretario del C.I.S.B.)

Roberto Bondì (Università della Calabria):
UOMO E NATURA NELLA FILOSOFIA DI BERNARDINO TELESIO
1. Telesio antiaristotelico
2. Ordine ed eternità del mondo
3. Senso e anima in Telesio e Bruno
4. Libero arbitrio?

Andrei Rossius (Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze, Mosca):
IL BRUNO LATINO: QUALI PROBLEMI PER UN’EDIZIONE CRITICA?
1. La natura delle fonti: libri, manoscritti, stampe
2. Quante sono le opere “magiche”?
3. Le opere mnemotecniche, magiche, metafisiche
4. La trilogia francofortese e il suo ruolo nel corpus latino

 

Borse di studio
Il CISB dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici per incentivare la ricerca sulla vita e l’opera di Giordano Bruno mette a disposizione degli studiosi borse di ricerca annuali e borse di studio per la partecipazione a ciascuna serie di seminari.
Per la partecipazione alla tredicesima serie di seminari bruniani presso il Warburg Institute di Londra (8-11 giugno 2011) il Centro Internazionale di Studi Bruniani dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici mette a disposizione per studenti non residenti in Inghilterra 10 borse di studio di 1000 Euro.
Gli interessati devono tassativamente far pervenire entro il 07 maggio 2011 le domande in carta libera alla segreteria del Centro Internazionale di Studi Bruniani dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Via Monte di Dio 14, 80132 Napoli – Italia, con il certificato di laurea, un circostanziato curriculum di studi, le loro motivazioni scientifiche, una dichiarazione di buona conoscenza della lingua inglese e tutti gli altri documenti e titoli che intendano presentare, indicando recapito telefonico e indirizzo email.

Per informazioni

rivolgersi alla segreteria del Centro Internazionale di Studi Bruniani

tel. 0039 081 7642652 (fax: 0039 081 7642654)

o consultare il sito internet www.giordanobruno.it

Fonti:

-University of London / Warburg Institute
-Centro Internazionale di Studi Bruniani “Giovanni Aquilecchia” (C.I.S.B.)
-Istituto Italiano per gli Studi Filosofici


Accreditato da CS-Comunicati Stampa

Saverio Ricci, Dal Brunus redivivus al Bruno degli italiani. Metamorfosi della nolana filosofia tra Sette e Ottocento


Saverio Ricci
Dal Brunus Redivivus al Bruno degli Italiani. Metamorfosi della nolana filosofia tra sette e ottocento
Editore: Storia e Letteratura, Roma, anno 2009,

Pagg.xiv-290,Prezzo: € 38,00
17 x 24 cm, ISBN: 9788863721362
Studi e Testi del Rinascimento Europeo 37
Argomenti: | Filosofia |

Premessa
I. Tra erudizione e Lumières
1. Nel ’lessico’ dei Lumi
2. Diderot, l’Encyclopédie e l’eroismo dello spirito
3. ’Redivivus’
4. L’erudizione italiana
5. Sugli ’altari’ della Rivoluzione
II. Tra i ’lumi’ e il romanticismo. Leopardi, Copernico e Bruno
1. Leopardi, la storia dell’astronomia e le sue fonti
2. Copernico ’poeta’ e ’filosofo’ dell’infinito
3. Cosmologia e ’illusione civile’
III. Romantik, Spinoza-Renaissance e idealismo
1. Goethe lettore di Bruno
2. Jacobi e la Spinoza-Renaissance
3. Il Bruno di Schelling
4. Ancora su Goethe lettore e traduttore di Bruno
5. Discussioni su Schelling e Bruno
6. Il professore e l’editore: Bruno nelle Lezioni di storia della filosofia di Hegel e nella edizione Wagner
IV. Il Bruno degli italiani. Risorgimento e hegelismo
1. Tra gentildonne e patrioti
2. Il Bruno degli hegeliani e il Bruno di Hegel
3. Il Bruno dell’abate Gioberti
4. Bruno come pensatore etico-politico
5. Un percorso interrotto: dal lullismo alla dialettica speculativa hegeliana
6. Massoneria e brunismo: Bruno ’Cristo della scienza’, di Davide Levi
7. Verso il Bruno dell’Italia unita
8. Bruno e il ’panteismo’: Fiorentino tra Gioberti e Spaventa
9. Spaventa, Bruno e la filosofia italiana nei resoconti di
Theodor Sträter
V. Un monumento di carta e uno di bronzo
1. Preti rivoluzionari, editori democratici ed eruditi cattolici. L’importanza dei documenti veneti del processo
2. La biografia di Berti
3. Le reazioni di Spaventa e Fiorentino
4. Bruno nel Telesio di Fiorentino
5. Il primo comitato per Campo dei Fiori e l’edizione nazionale del Bruno latino
6. In pellegrinaggio a Venezia
7. La ’brunomania’: invenzione clericale, strumento massonico, fiction popolare
8. Il monumento di Campo dei Fiori, seconda fase
9. Correva l’anno 1889. La seconda edizione della biografia
di Berti
10. Felice Tocco
Indice dei nomi

“Sensate Utopie”: spettacolo dedicato a Telesio, Bruno e Campanella al castello di [Santa Severina (KR), 20/03/2010]

Sabato 20 nelle scuderie del castello di Santa Severina
Domenico Marino
Scava nel meglio del pensiero filosofico, che è pure calabrese, presentandosi con un titolo che anticipa molto di ciò che sarà la serata. È lo spettacolo Sensate utopie. Telesio, Bruno Campanella, di Elena Bertonelli, in programma sabato sera alle 18 nelle scuderie del castello di Santa Severina, alle porte di Crotone. Sarà il penultimo appuntamento della Giornata interamente dedicata all’Anno telesiano in ricordo del cinquecentenario della nascita dell’illustre pensatore cosentino padre della filosofia moderna.
È stata organizzata e sarà coordinata da Giovanni Ierardi, che ha fornito pure la consulenza demo-antropologica. In mattinata, alle 10.30 nel liceo classico “Deodato Borrelli”, aprirà la manifestazione, dopo i saluti del sindaco Bruno Cortese, la discussione su “Il diritto alla libertà di pensiero” di Giuliano Montaldo. Alle 19, invece, dopo lo spettacolo teatrale, nei saloni nobiliari del castello chiuderà la giornata il confronto sul tema “La filosofia al servizio della libera ricerca: Telesio e Bruno”, cui interverranno Nuccio Ordine e Roberto Bondì dell’Università della Calabria oltre a docenti e studenti del liceo classico “Borrelli”.
Lo spettacolo, un atto unico, è imperniato attorno al tema della memoria. I costumi d’epoca indossati dai protagonisti sono stati messi a disposizione dal museo del castello.
Le musiche originali sono state curate da Domenico Stumpo, mentre violino e voce saranno di Francesca Loria, il contrabbasso e la chitarra classica di Domenico Stumpo, la chitarra battente di Vincenzo Ziparo.
Luigi Biagio Marino interpreterà Bernardino Telesio, Stefano Sepe Tommaso Campanella, Daniela Gasparini l’Ospitalario, Carmine Giordano il primo confratello, Simone Saporito il secondo confratello, Maria Rita Viora il Genovese, Annamaria Biscaini sarà Diana Sersale, e Giorgio Barozzi Vincenzo Maggi. I sonetti di Campanella e le conclusioni saranno affidati a Dorotea Medici. La scenografia delle immagini sarà di Pino Barone.
Fonte: gazzettadelsud.it