Il giardino delle religioni tra mistero ed esoterismo. Dalla Divinazione alla magia in “Storia d’Italia”.

ROMA – L’Italia è anche un giardino pieno del mistero delle religioni e di quella spiritualità eterogenea che si definisce esoterismo.
Un esempio pratico su tutti: fare una visita alla Cappella di San Severo di Napoli per ammirare le meraviglie estetiche del Principe alchimista. Luogo da sempre di religioni, e dunque eresie, il nostro Paese insomma può vantare una lunga tradizione di letteratura esoterica come appunto ci ricorda oggi il volume appena uscito della Storia d’Italia dal titolo Esoterismo (Einaudi) con una introduzione di Gian Maria Cazzaniga.
Curato da oltre venti accademici italiani, francesi e svizzeri, il libro copre tutto l’arco della lunga storia della nostra penisola, ma sarebbe più corretto dire della storia dell’umanità visto che il sapere sapienziale attinge le sue fonti fin dentro non solo la storia, ma anche il mito. Si parte così dalla Divinazione e magia cerimoniale nelle civiltà mesopotamiche per arrivare all’ultimo capitolo a cura di Giovanni Filoramo dal titolo “Tradizioni esoteriche e nuove forme di religiosità”. E questo passando attraverso i Rosacroce veneti del secondo Seicento, la magia anche come vincolo d’amore di Giordano Bruno, il Dante esoterico e ovviamente la Cabala.
Ma cosa è esattamente l’esoterismo? Lo spiega bene per quanto possibile lo stesso Cazzaniga: «La tradizione costituisce un deposito presunto di conoscenze archetipiche la cui detenzione e trasmissione è patrimonio di una cerchia spirituale di eletti. Queste conoscenze, al di là delle versioni che ne vengono date, risultano avere sempre triplice identità: da una parte la loro antichità che tende a coincidere con gli inizi della storia umana, dall’altra la loro vigenza al di fuori del tempo storico… infine il loro essere patrimonio di una minoranza spirituale, selezionata per merito e sforzo di auto-perfezionamento…».

Fonte: corriere.com

Annunci

Storia d’Italia. Annali 25. Esoterismo, Einaudi, 2010 (Simonetta Bassi, La magia in Giordano Bruno)

Copertina

Autore/i: AA. VV.
Editore: Einaudi
a cura di Gian Mario Cazzaniga. pp. XXXII-782, 38 ill. a colori e b/n f.t., Torino Prezzo: € 85,00
Anno 2010 – ISBN 9788806190354

Origini e sviluppo delle forme esoteriche e della costruzione del sacro nella cultura italiana dall’antichità ad oggi.

Un nuovo Annale delle Storia d’Italia che, curato dallo stesso autore del volume dedicato alla massoneria, riprende i filoni esoterici/magici/mistici che a partire dalle loro radici antiche si sono carsicamente sviluppati in Italia in età moderna. Dai neopitagorici ai cabalisti, dal rosacrocianesimo alle correnti esoteriche novecentesche, fino alle nuove forme contemporanee.
I saggi sono suddivisi in quattro sezioni: Origini mediterranee e orientali; Forme esoteriche in età moderna; Forme esoteriche nella costruzione dell’identità nazionale; Forme esoteriche in età contemporanea.

Indice:

* Esoterismo e filosofia in Occidente di Gian Mario Cazzaniga.

I. ORIGINI MEDITERRANEE E ORIENTALI.

* Pietro Mander, Divinazione e magia cerimoniale nelle civiltà mesopotamiche;
* Edda Bresciani, Potere della parola e riti di resurrezione nell’Egitto faraonico;
* Antonio Panaino, I Magi in Occidente;
* Bruno Centrone, Confraternite pitagoriche e neopitagoriche; Pinella Travaglia, Origini bizantine e islamiche dell’alchimia occidentale.

II. FORME ESOTERICHE IN ETÀ MODERNA.

* Mino Gabriele, Esoterismo e iconologia;
* Vittoria Perrone Compagni, Ermete nel Medioevo cristiano;
* Cesare Vasoli, Prisca theologia e scienze occulte nell’umanesimo fiorentino;
* Marialuisa Baldi, Spiriti, demoni e arcana. Gratarolo e Cardano;
* Simonetta Bassi, La magia in Giordano Bruno;
* Jean-Pierre Brach, Umanesimo e correnti esoteriche in Italia: l’esempio della «qahbalah cristiana» (XV-XVII secolo);
* Vincenzo Lavenia, L’arca e gli astri. Esoterismo e miscredenza davanti all’Inquisizione (1587-91);
* Federico Barbierato e Adelisa Malena, Rosacroce, libertini e alchimisti nella società veneta del secondo Seicento: i Cavalieri dell’Aurea e Rosa Croce;
* Mario Rosa, Lumi, stregoneria e magia nell’Italia del Settecento; Gerardo Tocchini, Le veglie di Torino. Joseph de Maistre e la religione magica del cristianesimo delle origini.

III. FORME ESOTERICHE NELLA COSTRUZIONE DELL’IDENTITÀ NAZIONALE.

* Barbara Mazza Boccazzi, Esoterismo nei giardini veneti;
* Francesca Fedi, Retaggio nazionale e nuova ritualità civile nel progetto lirico foscoliano;
* Gian Mario Cazzaniga, Dante profeta dell’unità d’Italia;
* Alessandro Guetta, Elia Benamozegh e la qabbalah in Italia;
* Gian Mario Cazzaniga, Garibaldi e la «religione di Dio»;
* Simona Cigliana, Spiritismo e parapsicologia nell’età positivista;
* Gian Mario Cazzaniga, Ermetismo ed egizianesimo a Napoli dai Lumi alla Fratellanza di Miriam.

IV. FORME ESOTERICHE IN ETÀ CONTEMPORANEA.

* Marco Pasi, Teosofia e antroposofia nell’Italia del primo Novecento;
* Marco Rossi, Neopaganesimo e arti magiche nel periodo fascista;
* Silvia Mancini, Fra pensiero simbolico, religione civile e metapsichica: la storia delle religioni nel primo Novecento italiano;
* Jean-Pierre Laurant, Correnti cristiane nell’esoterismo italiano contemporaneo;
* Giovanni Filoramo, Tradizioni esoteriche e nuove forme di religiosità.

Bibliografia generale.
Indice dei nomi.

Contributi di Maria Luisa Baldi
Contributi di Federico Barbierato
Contributi di Simonetta Bassi
Contributi di Jean-Pierre Brach
Contributi di Edda Bresciani
Contributi di Gian Mario Cazzaniga
Contributi di Bruno Centrone
Contributi di Simona Cigliana
Contributi di Francesca Fedi
Contributi di Giovanni Filoramo
Contributi di Mino Gabriele
Contributi di Alessandro Guetta
Contributi di Jean-Pierre Laurant
Contributi di Vincenzo Lavenia
Contributi di Adelisa Malena
Contributi di Silvia Mancini
Contributi di Pietro Mander
Contributi di Barbara Mazza Boccazzi
Contributi di Antonio Panaino
Contributi di Marco Pasi
Contributi di Vittoria Perrone Compagni
Contributi di Mario Rosa
Contributi di Marco Rossi
Contributi di Gerardo Tocchini
Contributi di Pinella Travaglia
Contributi di Cesare Vasoli

Fonte: aseq.it

Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ‘600 al nostro tempo, a cura di Alberto Samonà, Officina di Studi Medievali, 2009

copertina libro

Il pensiero di Giordano Bruno
in un libro di Alberto Samonà

Un contributo in più alla conoscenza del pensiero di Giordano Bruno e un interessante spunto per ricercare i collegamenti tra la filosofia del frate nolano e la cultura e il pensiero filosofico dell’Italia del Sud. Sono questi alcuni degli spunti offerti dal libro Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ’600 al nostro tempo, curato dal giornalista Alberto Samonà e pubblicato nella collana Machina Philosophorum dell’Officina di Studi Medievali (diretta dal professore Alessandro Musco), con la collaborazione della Fondazione Banco di Sicilia.
Il volume, partendo dalle riflessioni emerse durante la Giornata nazionale di studi su Giordano Bruno, tenuta a Palermo nella primavera del 2008, raccoglie diversi contributi di filosofi e storici italiani, a confronto sulla filosofia bruniana. Dopo una presentazione di Gianni Puglisi e la premessa del curatore, gli autori Francesco Maria Cardarelli («Un Bruno restituito davvero a se stesso»), Anna Foa (La memoria di Giordano Bruno e l’Italia), Sandro Mancini (Immanenza e trascendenza nella filosofia bruniana: Spaventa, Gentile, Renda), Aniello Montano (Croce lettore di Giordano Bruno) e Alessandro Musco (Arabeschi mediterranei e frattali bruniani), toccano gli aspetti più interessanti ed attuali della tradizione culturale e storiografica mediterranea e del sud d’Italia che rimanda a Giordano Bruno ed ai suoi testi. Una tradizione che, troppo spesso, viene trascurata o del tutto dimenticata, senza alcuna valida o riconoscibile ragione scientifica.
Seguono due appendici: la prima raccoglie lo scritto di Gaspare Licandro su La macchina della memoria di Giordano Bruno, originale contributo alla mnemotecnica bruniana, e la seconda, a cura di Alberto Samonà, riproduce il testo teatrale dello spettacolo dal titolo Una fiamma a Campo de’ Fiori, curato e diretto dallo stesso autore.
L’idea che costituisce il fondamento di questo volume è quella di dare vita ad un “luogo” d’incontro fra storici e studiosi di filosofia nel comune intento di approfondire la figura di un personaggio così controverso, molto celebrato, ma forse ancora non sufficientemente conosciuto.
Il libro (143 pagine, costo 18 euro), sarà ad uso di biblioteche, università e istituti di ricerca ed è acquistabile anche via internet, dal sito http://www.medioevo-shop.net.

Alberto Samonà, giornalista e scrittore siciliano, è stato cronista per vari quotidiani e periodici. Ha scritto, fra gli altri, sui quotidiani La Sicilia, Libero, L’Ora, Oggi Sicilia. Ha pubblicato diversi libri a contenuto simbolico e filosofico, fra cui Le colonne dell’eterno presente (Ila-palma, Palermo-Saõ Paulo 2001), La Tradizione del Sé (Atanòr, Roma 2003), Riti pasquali, Tarocchi (AA.VV. Ac-Mirror, Palermo 2005), Il padrone di casa (Robin, Roma 2008). Dal suo racconto intitolato La bambina all’Alloro e dedicato al poeta sufi Jalâl ad-Dîn Rûmî, il cantastorie iracheno Yousif Latif Jaralla ha tratto lo spettacolo Le orme delle nuvole (2007). Ha scritto e diretto a teatro la piéce Una fiamma a Campo de’Fiori (2008) sulla figura di Giordano Bruno, e lo spettacolo di narrazione L’oro del cavaliere (2009), ispirato a una lastra tombale del Tardo Medioevo attribuita allo scultore Francesco Laurana. È componente della giuria nazionale del concorso letterario “Subway letteratura”.

Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ’600 al nostro tempo :
Atti della giornata nazionale di studi, Villa Zito, Palermo 1 marzo 2008 / a cura di
Alberto Samonà. – Palermo : Officina di Studi Medievali, 2009.
(Machina Philosophorum : testi e studi dalle culture euromediterranee ; 21)
ISBN 97-888-6485-006-1
1. Giordano Bruno – Congressi – Palermo – 2008.
I. Samonà, Alberto
195 CDD-21
CIP: Biblioteca dell’Officina di Studi Medievali
Collana coordinata da :
Maria Bettetini, Diego Ciccarelli, Alessandro Musco (direttore).
Copyright © 2009 by Officina di Studi Medievali
Via del Parlamento, 32 – 90133 Palermo
e-mail: mailing@officinastudimedievali.it
http://www.officinastudimedievali.it
http://www.medioevo-shop.net
ISBN 97-888-6485-006-1
Il volume è stato pubblicato in collaborazione con la Fondazione Banco di Sicilia.
Prima edizione, Palermo, dicembre 2009
Stampa: FOTOGRAF – Palermo
Grafica editoriale: Alberto Musco

Giordano Bruno
nella cultura mediterranea
e siciliana dal ’600
al nostro tempo
Atti della giornata nazionale di studi,
Villa Zito, Palermo
1 marzo 2008
A cura di
ALBERTO SAMONÀ
Officina di Studi Medievali
2009

In copertina: Giordano Bruno, particolare della statua di Campo de’ Fiori.
Fotografia di Pablo Vicens Hualde

Il volume raccoglie gli atti della Giornata nazionale di studi su
Giordano Bruno, che si è svolta a Palermo l’1 marzo del 2008, su
iniziativa della Fondazione Banco di Sicilia, sul tema Giordano
Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ’600 al nostro
tempo. Nell’occasione si è svolto anche uno spettacolo teatrale de-
dicato alla vita e all’Opera del Nolano, dal titolo Una fiamma a
Campo de’ Fiori, con testo e regia di Alberto Samonà.

Indice
XI
Presentazione di Giovanni Puglisi
XV
Premessa di Alberto Samonà
1
Francesco Maria Cardarelli, «Un Bruno restituito davve-
ro a se stesso»
11
Anna Foa, La memoria di Giordano Bruno e l’Italia:
spunti per una riflessione
21
Sandro Mancini, Immanenza e trascendenza nella filosofia
bruniana: Spaventa, Gentile, Renda
47
Aniello Montano, Croce lettore di Giordano Bruno
89
Alessandro Musco, Arabeschi mediterranei e frattali
bruniani
103
Appendice I
105
Gaspare Licandro, La Macchina della memoria di Giordano
Bruno
111
Appendice II
113
Alberto Samonà, Una fiamma a Campo de’ Fiori
135
Abstracts e Curricula

Fonte: livesicilia.it