Seminario: Misura e movimento nel Rinascimento. Testi ed immagini (Patrizia Castelli – Università di Ferrara) – Napoli, 11-14 gennaio 2011 ore 16

ISTITUTO ITALIANO PER GLI STUDI FILOSOFICI

 

Patrizia Castelli (Università di Ferrara)

MISURA E MOVIMENTO NEL RINASCIMENTO:
TESTI ED IMMAGINI

10 –14 GENNAIO 2011

Lunedì 10 gennaio ore 16.00

L’ombra di Euclide: l’educazione scientifica nel Quattrocento

Martedì 11 gennaio, ore 16.00

Leon Battista Alberti ed il concetto
di moto nella trattatistica d’arte

Mercoledì 12 gennaio, ore 16.00

Guglielmo Ebreo e la trattatistica
della danza

Giovedì 13 gennaio, ore 16.00

Le Grazie e le Veneri di Botticelli:
l’armonia universale

Venerdì 14 gennaio, ore 15.30

Warburg e la Duncan: il movimento e
le riprese dell’antico tra ’800 e ’900

————————————

Patrizia Castelli Curriculum

Professore associato di Iconografia e Iconologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara. Direttore del Master di Studi sul Rinascimento nell’anno accademico 1994-95. Member dell’Institute of Advanced Studies di Princeton dall’anno accademico ’95-’96. Rappresentante dell’Ateneo di Ferrara presso il Centro Interuniversitario per la Storia delle Università Italiane. Ha diretto e coordinato numerose mostre, tra cui quella organizzata dall’Università di Ferrara in occasione del Centenario dell’Ateneo e Bibliotheca Lamiarum, tenutasi nella Biblioteca Universitaria di Pisa, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali. Si occupa prevalentemente di storia delle idee e delle immagini tra Medioevo ed Età Moderna. Fa parte del Comitato scientifico del CISUI (Centro Italiano per la Storia delle Università italiane). Fa parte del Comitato scientifico della rivista “Accademia. Revue de la Société Marsile Ficin”. E’ Presidente dell’Accademia Sperelliana di Gubbio. E’ Direttore delle collane “Biblioteca dell’Accademia Sperelliana” e “Quaderni dell’Accademia Sperelliana” (Pisa-Roma, Serra).

Fonti:
Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
Università di Ferrara

Accreditato da CS-Comunicati Stampa

“Noli me tangere”: La musica al tempo di Giordano Bruno. Spettacolo teatrale [Noli (SV), 23 Luglio 2010, ore 21:30]

«Io stetti in Noli, come ho detto di sopra, circa quattro mesi,

insegnando la grammatica a’ figliuoli et leggendo la Sfera a certi gentilhomini»

Giordano Bruno, Documenti veneti, IX, secondo costituto del Bruno (Venezia, 30 maggio 1592)

“NOLI ME TANGERE”

La musica al tempo di Giordano Bruno,

un viaggio tra storia, arte e vita.

Una produzione della Filarmonica “Amici dell’Arte” di Noli, gruppo Antica Camerata Nolese con la partecipazione dell’attore Jacopo Marchisio.

Lo spettacolo guiderà il pubblico attraverso un percorso storico che avrà come linea guida la vita, i viaggi ed una sintesi del pensiero di Giordano Bruno. Il “viaggio nel pensiero e nel tempo ” sarà stimolato da un racconto recitato dall’attore Jacopo Marchisio e dall’esecuzione dal vivo delle musiche che lo stesso Giordano Bruno potrebbe aver ascoltato durante i suoi numerosi viaggi.
Questo “viaggio – concerto” nella storia della musica e del pensiero del tardo rinascimento potrà anche avvalersi dell’esecuzione dal vivo di alcune Danze di quel periodo storico curate dal gruppo “Dominae Naulensis” di Noli in costume d’epoca e dal gruppo “Antica Camerata Nolese” con strumenti antichi del Rinascimento.


Catalogo strumentale Rinascimentale-Barocco

Flauti diritti

  • Soprano Hieronimus Franciscus Kynseker (1636 – 1686, Norimberga)
  • Reinassance und Barock instrumentenstudio, – MOECH
  • Soprano Jean-Hyacinth-Joseph Rottenburgh (1672 – 1765, Rottemburgh)
  • Reinassance und Barock instrumentenstudio, – MOECH
  • Contralto Jean-Hyacinth-Joseph Rottenburgh (1672 – 1765, Rottemburgh)
  • Reinassance und Barock instrumentenstudio, – MOECH
  • Sopranino Jean-Hyacinth-Joseph Rottenburgh (1672 – 1705, Rottemburgh)
  • Reinassance und Barock instrumentenstudio, – MOECH

Cromorni rinascimentali

  • Renaissance Sopran Krummhorn – Reinassance und Barock instrumentenstudio, MOECK
  • Renaissance Contralt Krummhorn – Reinassance und Barock instrumentenstudio, MOECK

Chalumeaux

  • Sopran Chalumeaux – ricostruzione Reinassance und Barock instrumentenstudio, MOECK

Colascione

  • Da Anonimo (sec. XVIII), 3 corde, 9 doghe, diapason cm 72, 14 tasti sul manico, (acero marezzato Val di Fiemme per cassa e manico, acero occhiolinato della Val Camonica per la tastiera, liutaio Anna Radice – Bologna 2008-2009.

Chitarra barocca

  • Copia di Chitarra a 5 ordini di corde, fondo piatto, diapason cm 65 da J. Bocquay 1732 (liutaio A.Radice)

Liuto

  • Copia di Liuto a 6 ordini di corde da Hans Frei (da scuola bolognese prima metà del 1500, liutaio M.Vanara)

Antica Camerata Nolese


Il gruppo “ANTICA CAMERATA NOLESE” è nato a Noli nel 1993 all’interno della Società Filarmonica “Amici dell’Arte” con lo scopo di contribuire all’800° anniversario di Fondazione della ANTICA REPUBBLICA MARINARA di Noli con l’esecuzione delle musiche che ne hanno caratterizzato il periodo storico di vita, e nel contempo con l’intenzione di offrire una buona esperienza di studio aperta ad insegnanti ed allievi della Scuola di Orientamento Musicale.

Questa ricerca ha portato in diversi anni di attività allo studio di alcuni periodi storico-musicali e, di conseguenza, alla formazione di diversi organici musicali con i quali eseguire le musiche studiate.
Alle prime tournee in Germania del 1993 e 1995 sono seguiti numerosi concerti fra cui ricordiamo quelli tenuti nel complesso monumentale della “Cappella Sistina” e del Santuario di Savona, a Genova, Bordighera, Ventimiglia e nel centro storico di Sanremo.

Attualmente un progetto comune di studio tra il “Gruppo Storico” di Noli e la “Antica Camerata Nolese” ha portato all’esecuzione dal vivo di Frottole, Pavane, Ballate, Laudi, Chanson, Rondò, Saltarelli ed altre Danze che, con buona probabilità, erano suonate e ballate nella Antica Repubblica Marinara di Noli nel periodo rinascimentale e pre-Barocco.
Gli strumenti usati dai musicisti, i vestiti indossati dai ballerini, così come le prassi esecutive della musica e dei passi di danza, riflettono fedelmente le fonti storiche dell’epoca e sono il risultato di uno studio approfondito e filologico di questo periodo storico.

Nonostante a Noli sia sempre stata viva una buona tradizione musicale, testimoniata da diverse fonti storiche, non è stato rinvenuto alcun archivio storico musicale dell’epoca rinascimentale o barocca.
Abbiamo quindi potuto ricostruire le musiche ed i balli dell’epoca rinascimentale e pre-barocca di Noli attenendosi alle indicazioni ed alle ricerche musicali che riguardano le corti ed i marchesati del Nord Italia e soprattutto guardando alla Repubblica marinara di Genova, a cui Noli era fedele alleata.
Non mancano però dei forti riferimenti alla vicina Francia ed alla Spagna in quanto la Repubblica di Noli, ricca di abili navigatori e costruttori di barche, ha senz’altro avuto rapporti e contatti sia commerciali che culturali con le maggiori potenze economiche che facevano del mare la loro ricchezza. In verità, seguendo le indicazioni delle vie e delle rotte “commerciali” delle spezie e dei tessuti sarebbero sicuramente da prendere in seria considerazione anche influenze dell’area africana a noi più vicina geograficamente.

Nell’attuale progetto di studio musicale del periodo rinascimentale e pre-barocco sono impegnati:


Claudio Massola Flauti diritti, Cromorno, Chalumeau
Marco Massola Flauti Diritti, Voce, Percussioni
Enrico Aicardi Liuto
Paola prencipe Chitarra Barocca
Elena Massola Percussioni

Per contatti:
Claudio Massola 333-2839989 claudio.massola@alice.it
Paola Prencipe 335-8050111 paolaprencipe@alice.it

Fonte:

Società Filarmonica “Amici dell’Arte” di Noli

Conferenza sulla vita, il pensiero e le opere di Giordano Bruno [Chiusa Pesio (CN), 18 Luglio 2010, ore 18]

RIO DELL’OY

Associazione per la crescita consapevole.

(La Consapevolezza aggiunge Colore)


Da sabato 17 a venerdi 30 Luglio L’Associazione Rio dell’Oy organizza una serie di eventi:

Si parte con una giornata dedicata al Viet Tai-Chi (disciplina di origine vietnamita), passando per una conferenza su Giordano Bruno e per finire con una festa dello Yoga, il tutto in un ambiente incontaminato in mezzo a boschi, a 850 metri di altitudine e in una valle un tempo abitata da monaci certosini (ancora oggi esiste poco distante una famosa Certosa). La sede dell’associazione si trova in questo luogo ideale per  la riflessione ed un toccasana  per il corpo e lo spirito.

Domenica 18 luglio alle ore 18,00 presso la sede dell’Associazione Rio dell’Oy in provincia di Cuneo, si terrà un incontro che avrà come tema la vita, il pensiero e le opere di Giordano Bruno.

Il relatore sarà Biagio Milano, da anni studioso e cultore di scienze umanistiche ed esoteriche.

L’ingresso è libero e l’incontro sarà inframmezzato da interventi di arpa celtica e strumenti vari da parte di Paolo e Gabriele Tornavacca.

Ecco il programma completo:

Sabato 17 ore 18.00 – 22. “Il Dio che non c’è” Lettura del testo e discussione sull’intervento tenuto da A. Maggi presso l’UAAR (Unione Atei e Agnostici Razionalisti) nel 2009. Incontro guidato dal biblista Don Giovanni Giorgis. Al termine segue una cena condivisa.

Domenica 18 ore 10 – 18. Incontro di Viet Tai-Chi. Incontro condotto da Iva Caputo e Edio Catoni insegnanti di Viet Tai-Chi World Federation. L’incontro è aperto a tutti ma occorre prenotarsi . Di volta in volta vengono insegnate e spiegate nei loro aspetti teorici e pratici varie forme di Viet Tai Chi. Per informazioni: Antonella 3402576031; Beatrice 3392543519 (ore pranzo); Eva 3476475342.

Sabato 24- Domenica 25, ore 10.00 – 18.00. Laboratorio di Percussioni, Ritmi, Suoni e Rumori. Attraverso gli esercizi di ascolto, in connessione con i suoni del posto e con momenti di rilassamento, creiamo musica. Non ci vuole nessuna conoscenza musicale. Potranno partecipare persone di tutte le età, bambini compresi. Seminario condotto da Regula Wagner, instant compositrice. Informazioni sul sito http://www.ideabatteria.it. Per prenotazione e informazioni telefonare al 3476475342.

Venerdì 30 dalle ore 19 alle… FESTA dello YOGA. Tutti sono invitati per festegiare insieme lo yoga, l’estate e la bellezza. Cena condivisa: ognuno porti qualcosa (antipasti, insalate, frittate, dolci, bevande, ecc.) noi faremo un primo. Falò e altre sorprese vi aspettano. Occorre prenotare telefonando a Beatrice 3392543519 (ora di pranzo) o Eva 3476475342.

Per info:

Associazione Rio dell’Oy Via Rio dell’Oy 155  Fraz. Vigna 12013 Chiusa Pesio (CN)
Tel.: 0171738289  cell: 3392543519 – 3476475342  E-mail: posta@riodelloy.it  http://www.riodelloy.it

Chi sono?

Sono un gruppo di persone, ispirate da diversi percorsi spirituali, che vogliono sperimentare, vivere e condividere valori che conducano la persona verso un cammino di libertà e di crescita consapevole fino a sentirsi Uno. L’Associazione è apolitica e apartitica ed è affiliata all’ ACLI. Cosi è nata l’ Associazione Rio dell’Oy, la cui sede si trova a pochi passi dal Rio dell’Oy. ll Rio – un piccolo torrente che nasce sotto la cima della Bisalta – scorre nei pressi del Parco Naturale della Valle Pesio in provincia di Cuneo, in Piemonte.

Fonti:
Cuneo Cronaca
Associazione Rio dell’Oy

“Non più la luna è cielo a noi, che noi alla luna”: spettacolo teatrale (reading musicale). Da EkhnAton a Blade Runner, passando per Giordano Bruno, (Cuneo, 3 luglio 2010)

Villa Oldofredi Tadini


Sabato 3 luglio alle 17 nel parco di Villa Oldofredi Tadini (via Ercole Oldofredi Tadini 19, Cerialdo di Cuneo) si terrà con ingresso libero lo spettacolo “Non più la luna è cielo a noi, che noi alla luna” proposto da Pro Natura Cuneo per festeggiare i suoi 45 anni.

Da EkhnAton a Blade Runner, passando per Giordano Bruno:

una riflessione in parole e musica sulla genesi e la caduta del genere umano.

Lo spettacolo fa parte della rassegna  “Castelli in scena” IX edizione. Viaggio nel mondo della letteratura, di cui vi avevo anticipato il programma completo circa un mese fa.

Ecco il calendario 2010 in adobe pdf:Calendario “Castelli in scena” IX edizione (2010)

Da EkhnAton a Blade Runner, passando per Giordano Bruno:

una riflessione in parole e musica sulla genesi e la caduta del genere umano

La nostra storia

è nella terra.

La nostra anima

è nell’anima della terra

e del sole

e degli astri

e della luna.

Ma quale futuro

è riservato

all’anima

della nostra terra?

CUNEO/ Sabato 3 luglio Pro Natura festeggia i suoi 45 anni con lo spettacolo

“Non più la luna è cielo a noi, che noi alla luna”

Testi di Giordano Bruno, San Francesco, Vittorio Alfieri, Alexis de Toqueville, Primo Levi, Pier Paolo Pasolini. Brani dalla Bibbia, dal Corano, dai testi sacri tibetani. Musiche di De André, Branduardi, Nomadi, Bennato, Vecchioni, Gaber, ecc. “Non più la luna è cielo a noi, che noi alla luna” è una produzione del Laboratorio degli Arcani di Torino.

Il Laboratorio degli Arcani è composto da artisti che coniugano letteratura e musica su tematiche di denuncia. “Si può chiedere giustizia anche sopra un palco di un teatro” è la massima che hanno fatto propria nel corso degli anni. Il Laboratorio è formato da Milena Audenino (testi e voce narrante), Alessandra Silvano (direzione musicale, canto, tastiera e percussioni), Guido Giovanella (canto e percussioni) Adriana Strazzacappa (canto) e tanti  attori e musicisti che di volta in volta si uniscono in un sodalizio amicale e artistico

Testi e brani musicali tratti da:

Uno solo è il corpo dell’Ente universale – Giordano Bruno

La nostra storia è nella terra – poeti aborigeni

Inno al Sole sorgente – EkhnAton

Volta la carta (F. De André)

Dio nel Corano – 11:112 Aya coraniche

Vanità di vanità  (A. Branduardi)

Dio nella Bibbia – Salmo di Davide

Il testamento di Tito (F. De André)

Dio nel Bardo Todol tibetano

Dove si va (I Nomadi)

Cantico dei minori – Francesco d’Assisi

Il denaro dei nani (A. Branduardi)

Al cor gentil – Guido Guinizzelli

Carlo Martello (F. De André)

So vedere una mosca nel latte – F. Villon

Il testamento (F. De André)

Ho lottato – Giordano Bruno

Sonetto in lode dell’asino – Giordano Bruno

Festa dell’Asino

Da “Tirannide” – Vittorio Alfieri

Mangiafuoco (E.Bennato)

De la démocratie en Amerique – Alexis De Toqueville

Samarcanda (R. Vecchioni)

Nan-in e la tazza di té

La torre di Babele  (E. Bennato)

La ragazza dalla pelle scura – Khalil Hawi

Korakhané (F. De André)

L’approdo – Primo Levi

Quello che non ho (F. De André)

Il giorno che ci apersero i cancelli – Alda Merini

Je so pazzo (P. Daniele)

Le rose blu – Roberto Vecchioni

Non mi interessa cosa fai per vivere – Orian Mountain Dreamer

Venderò (E. Bennato)

Io ne ho viste cose – da “Blade Runner”

Non maledire (I Gufi)

Poesia in forma di rosa – Pier Paolo Pasolini

La libertà (G.Gaber)

Lo stupore degli attoniti – Giordano Bruno

La ballata di Sacco e Vanzetti


Fonti:

Il Laboratorio degli Arcani

Cuneo Cronaca

Targatocn

Turismo Provincia di Cuneo

Villa Oldofredi Tadini

Castelli in scena IX edizione. Viaggio nel mondo della letteratura. Da Ekhnaton a Blade Runner, passando per Giordano Bruno (Villa Oldofredi Tadini di Cuneo, 3 Luglio 2010, ore 17:00)


Castelli in scena: viaggio nel mondo della letteratura
Dal 30 Maggio al 21 Ottobre 2010.

Luogo d’arte e di storia, il castello si presta naturalmente a trasformarsi in teatro, a diventare palcoscenico di narrazioni poetiche e di ricostruzioni di eventi: questa particolarità delle dimore storiche ha dato vita alla realizzazione della rassegna denominata ‘Castelli in scena’, organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Cuneo in collaborazione a partire da quest’anno anche dell’Associazione Marcovaldo di Caraglio, l’Associazione Castelli Doc di Alba e Ivaldi-Mercuriati, Teatro Sperimentale di Torino. Negli ultimi anni la manifestazione ha allargato ulteriormente i suoi orizzonti offrendo a nuovi interessanti e pregevoli siti (quali Musei, Abbazie, Palazzi, Giardini Storici, Teatri ecc.) la possibilità di ospitare una rassegna che ha riscontrato di anno in anno un crescente successo di pubblico. Giunta ormai alla sua IX Edizione, l’iniziativa propone quest’anno a tutti gli appassionati, ma non solo, un’importante novità: un tema ‘guida’ che attraverso l’utilizzo di differenti linguaggi artistici conduca lo spettatore in un percorso capace di intrecciare in perfetta sintonia il mondo dei libri e dei suoi autori con quello reale, la prosa con la poesia, il presente con il passato. Spettacoli teatrali, concerti, balletti uniti da un unico argomento: la letteratura nella sua accezione più ampia, in un viaggio che non ha un inizio nè una fine, ma che con grande varietà di forme e di strumenti saprà appassionare, emozionare e coinvolgere tutti i presenti. Una ricca serie di appuntamenti, come sempre a ingresso rigorosamente gratuito, capaci da giugno a ottobre di promuovere ed offrire in modo sempre più interessante e accattivante gli antichi manieri e le prestigiose dimore storiche sparse nella Granda.

CALENDARIO CASTELLI IN SCENA 2010

DOMENICA 30 MAGGIO

ABBAZIA DI STAFFARDA – ore 16.30 – Suoni di Primavera
Grande Concerto inaugurale della Rassegna “Castelli in Scena” con l’Orchestra di Stato della Romania.
Direttore: Jeff Silberschlag, Flauto: Giuseppe Nova, Arpa: Floraleda Sacchi. A cura dell’Associazione Incontri Musicali Internazionali di Castiglione Falletto

CASTELLO DI MONTICELLO D’ALBA – ore 17 – Vittorio, la Rosin e le altre. Uno spaccato dei salotti borghesi e dei dehors dei caffè sabaudi agli esordi del Regno d’Italia. Spettacolo teatrale a cura di Assemblea Teatro di Torino

SABATO 12 GIUGNO

TEATRO DI BUSCA – ore 21 – Mi chiamo Dino… sono elettrico
Tratto dal romanzo di Sebastiano Vassalli “La notte della cometa” è la vita del “poeta matto” Dino Campana, quella nuda e vera, che sfata i luoghi comuni e, soprattutto, le menzogne sparse a piene mani sul grande poeta marradese, probabilmente l’artista più perseguitato del suo tempo. Spettacolo teatrale a cura della Compagnia Giardino Chiuso di San Gimignano

DOMENICA 20 GIUGNO

CASTELLO DI GOVONE – ore 17 – FigurAzione
In compagnia dei versi di ‘Lavorare stanca’ di Cesare Pavese gli attori del Silence Teatro propongono un viaggio che ci riporta alle radici, attraverso un percorso fatto di rumori, immagini, imprevisti, ricordi, sogni e sussurri. Spettacolo teatrale itinerante con installazioni scultoree a cura di Silence Teatro di Lovere

SABATO 26 GIUGNO

CASTELLO DI MANGO – ore 21.30 – Heartbeat. Uno spettacolo poetico, pazzo, malinconico, toccante, emozionante, comico, tremendamente satirico e di più, dedicato all’amore. Teatro di figura con la danza e il mimo a cura di Claudio Cinelli di Pisa

SABATO 3 LUGLIO

VILLA OLDOFREDI TADINI DI CUNEO – ore 17 – Non più la luna è cielo a noi che noi alla luna . Quale futuro è riservato all’anima della nostra terra? Da Ekhnaton a Blade Runner, passando per Giordano Bruno: una riflessione in parole e musica sulla genesi e la caduta del genere umano. Reading musicale a cura della Compagnia Magna Charta di Baldissero Torinese

FORTE DI VINADIO – ore 21 – Canzoni del secondo piano
Uno spettacolo che vuole essere il piano sequenza coreografico di un ideale condominio grottesco e surreale abitato da anime in continuo movimento alle prese con smarrimenti, fragilità, incoerenze e minuscole meschinità quotidiane, da svelare in punta di piedi sempre in bilico tra il tragico ed il comico.
Spettacolo teatrale e di danza a cura della Compagnia Tecnologia Filosofica di Torino

MONASTERO DI S. MARIA DELLA STELLA DI RIFREDDO – ore 21– Schumann, Brahms e… la letteratura.
Concerto di musica classica accompagnato da letture di brani letterari o poesie tratte dal repertorio prediletto dai due compositori.
A cura del Quartetto Athenaum (violino, viola, violoncello e pianoforte) dell’Associazione Culturale Milaresol di Asti

CASTELLO DI BAROLO – ore 21.30 – How does it feel? Something about Bob Dylan .
Questa è la storia di Bob Dylan quando si chiamava ancora Robert Zimmermann, viveva a Duluth nel Minnesota e non aveva scritto nemmeno una filastrocca ma, a sentire lui, da qualche parte le sue canzoni c’erano già: doveva solo trovarle.
Reading musicale a cura dell’Accademia dei Folli di Torino

DOMENICA 4 LUGLIO

PALAZZO DEI CONTI GIRIODI DI COSTIGLIOLE SALUZZO – ore 21 – il Trio Armonia presenta ‘Plaisir d’Amour’. Dalle meravigliose serenate alla grande canzone italiana nell’interpretazione raffinata ed emozionante del tenore Michelangelo Pepino, accompagnato dal virtuoso violino e dal suggestivo pianoforte. Concerto a cura dell’Associazione Incontri d’Autore di Cuneo.

VENERDI’ 9 LUGLIO

FILATOIO DI CARAGLIO – ore 21 – Metropolis vs Metropolis: dal Romanzo di Thea Von Harbou (1926) al film di Fritz Lang.
Lo spettacolo rievoca la magia di inizio Novecento, quando immagini e suoni trasportavano il pubblico in un’atmosfera suggestiva e surreale, riprendendo la pratica di sonorizzare dal vivo le immagini del cinema antecedente l’avvento del sonoro. Cineconcerto dei Supershock a cura dell’Associazione MusicARTeatro di Torino

SABATO 10 LUGLIO

VILLA TORRE ACCEGLIO DI CUNEO – ore 21 – Nel Giardino del Sicomoro
Storia e amore nell’antico Egitto: la mietitura, la vendemmia, la birra, il primo sciopero nella storia dell’umanità, la caccia, la pesca, la guerra, i faraoni, i visir con musiche e coreografie ispirate ai geroglifici. Spettacolo di danza a cura della Compagnia l’Araba Fenice di Torino

DOMENICA 11 LUGLIO

CASTELLO DEGLI ALFIERI DI MAGLIANO – ore 21.30 – Cassandra (dal Sottosuolo). Uno spettacolo profondamente coinvolgente in cui i volti e le voci di cinque donne rappresentano, tutte insieme, coralmente, l’unico personaggio in scena: una Cassandra che è a tratti, ancora viva e cosciente, a tratti già morta o preda di incubi che l’attanagliano. Spettacolo teatrale e musicale a cura del Cenacolo Studi ‘Michele Ginotta’ di Barge.

VENERDI’ 16 LUGLIO

CASTELLO DEL ROCCOLO DI BUSCA – ore 21 – Alf-ieri oggi Vittorio
Lo spettacolo presenta in maniera brillante e umoristica l’aspetto più umano e spiritoso di Vittorio Alfieri offrendo al pubblico la possibilità di conoscere, divertendosi, il più grande tragediografo del ‘700. Spettacolo teatrale a cura dell’Associazione Culturale Agar di Asti.

DOMENICA 18 LUGLIO

SAN COSTANZO AL MONTE DI VILLAR SAN COSTANZO – ore 17 – Poesia e Musica a Corte: dalla lirica trovadorica alla poesia cortigiana
Il concerto prevede l’esecuzione di brani vocali e musiche strumentali di danza dal XII al XV secolo, alternati alla lettura di testi tratti dalla lettura coeva, con particolare attenzione al tema dell’amore e di biografie di trovatori che hanno operato in Piemonte
Reading musicale a cura dell’Associazione Giovani Musicisti di Torino

CASTELLO DI GOVONE – ore 21 – Fuggi, fuggi, fuggi
Lo spettacolo racconta attraverso la parola, la musica e la danza, la storia e le vicissitudini delle Comunità Ebraiche in Italia nel Rinascimento. Musiche e danze ebraiche a cura dell’Associazione Corale Polifonica di Sommariva Bosco.

VENERDÌ 23 LUGLIO

CENTRO STORICO DI NEIVE – ore 21- I tesori del castrum nevearum. Mistero 1.8.
Numerose testimonianze sembrano indicare che sotto alle rovine dell’antico castrum vi sia sepolto un ingente quantitativo di denaro. Qual’è la provenienza del tesoro? E perchè i sotterranei sono stati tutti allagati? Piemonte Misterioso: un viaggio attraverso i misteri, i segreti e le leggende della Regione più magica d’Italia a cura di Ivaldi and Mercuriati, Sperimental Theatre di Torino.

SABATO 24 LUGLIO

FORTE DI VINADIO – ore 21 – Più in alto dell’aquila
Uno spettacolo dedicato alla montagna. Scritto, attraverso le conversazioni con uno dei maggiori arampicatori del Cerro Torre, Elio Orlandi, si presenta con una narrazione leggera e poetica intervallata da alcune canzoni eseguite dal vivo.
Spettacolo teatrale e musicale a cura dell’Associazione Culturale Creatività di Melzo Milanese

CASTELLO DI GRINZANE CAVOUR – ore 21.30 – “Le Notti Bianche” di Fedor Dostoevskij. Questo capolavoro del giovane Dostoevskij è il ritratto più intenso e compiuto di un’anima, quella del protagonista, ‘il sognatore romantico’, un uomo che rifiuta la realtà e trova accoglienza nella dimensione del sogno. Spettacolo teatrale a cura dell’Associazione Culturale Art&Vita di Torino

DOMENICA 25 LUGLIO

CASTELLO DI PRUNETTO – ore 22 – Il tribunale nascosto. Mistero 1.10.
Un passaggio sotterraneo, un tribunale che emise molte sentenze di morte. Quali sono i motivi per cui i condannati dal tribunale non dovevano essere visti dagli abitanti del paese? Piemonte Misterioso: un viaggio attraverso i misteri, i segreti e le leggende della Regione più magica d’Italia a cura di Ivaldi and Mercuriati, Sperimental Theatre di Torino.

DOMENICA 5 SETTEMBRE

VILLA TORRE ACCEGLIO DI CUNEO – ore 16 – Méditation
Verrà eseguita tra gli altri brani, anche la celebre Meditation de Thaïs, un’opera lirica in tre atti di Jules Massenet, su libretto di Louis Gallet, tratta dal romanzo omonimo di Anatole France
Concerto di flauto e arpa a cura dell’Associazione Incontri Musicali Internazionali di Castiglione Falletto.

SABATO 11 SETTEMBRE

CASTELLO DI ROCCA DE’ BALDI – ore 21 – La Contessa Maffei invita…
Lo spettacolo si ispira al periodo risorgimentale con un’alternanza di letture di brani di autori (Manzoni, Berchet, Visconti, Venosta, Balzac) ed esecuzioni musicali di Verdi, Donizetti, Liszt. Spettacolo musicale a cura dell’Accademia Europea delle Arti, Professioni e Mestieri di Milano

CASTELLO DEGLI ALFIERI DI MAGLIANO – ore 21 – Melodie in Petali e Rime.
La musica, scelta a seguito di un’accurata ricerca musicologica, per individuare brani recanti riferimento a fiori, natura e giardino, dialoga con i testi poetici delle maggiori poetesse di tutti i tempi sposandosi con le immagini del filmato in “digitar art” dello straordinario artista americano Philip Scott Johnson. Concerto spettacolo multisensoriale per liuto e vihuela con poesie d’autore intorno al giardino a cura dell’Associazione O.A.S.I. Don Bosco Onlus di Rivalta

GIOVEDI’ 16 SETTEMBRE

TEATRO DI BUSCA – ore 21 – Le Signore di Alan Bennett
Tre monologhi: comici, ironici, frizzanti, raccontano di donne e delle loro stralunate avventure. Spettacolo teatrale a cura dell’Associazione Teatro Selig di Torino

SABATO 18 SETTEMBRE

MUSEO CIVICO LUIGI MALLE’ DI DRONERO – ore 21 – Alla Corte di Vienna.
Musiche di Mozart e di autori di quel periodo intervallate da letture di classici e aneddoti dell’epoca a lume di candela
Reading musicale a cura dell’Associazione MusicaInsieme di Fossano

SABATO 25 SETTEMBRE

CASTELLO TAPPARELLI D’AZEGLIO DI LAGNASCO – ore 22 – La donna Velata. Mistero 1.15. Un enigmatico dipinto. Una donna con metà viso coperto. Perchè? A chi appartiene quel volto? E cosa significano i dipinti della sala del grottesco?
Piemonte Misterioso: un viaggio attraverso i misteri, i segreti e le leggende della Regione più magica d’Italia a cura di Ivaldi and Mercuriati, Sperimental Theatre di Torino

DOMENICA 26 SETTEMBRE

CASTELLO DI FOSSANO – ore 16 – Musica presa alla lettera
Michele Rabbia presenta un piccolo teatro musicale in cui la parola, il gesto e il suono si muovono, come in una partitura, in modo melodico o armonico. Spettacolo musicale a cura dell’Associazione Maschera d’Oro Eventi di Roma

PALAZZO SARRIOD DE LA TOUR DI COSTIGLIOLE SALUZZO – ore 21 – Edgarpò. Un’opera in due atti con intermezzo. La vita e le opere di Edgar Allan Poe si alternano in una sorta di montaggio incrociato, in una serie di continui rimandi e di oscillazioni spazio-temporali che ripercorrono una vita che di per sè è già leggenda.
Spettacolo di cinema-teatro a cura dell’Associazione Culturale Le Cercle Rouge di Busca

SABATO 2 OTTOBRE

CASTELLO DEGLI ALFIERI DI MAGLIANO – ore 22 – Il leggendario dipinto di Cleopatra. Mistero 1.9. Il Castello di Magliano viene descritto come un luogo di pace e tranquillità. Eppure proprio nelle stanze del castello potrebbe essere nascosto il leggendario e introvabile dipinto di Cleopatra morsa dalla serpe.
Piemonte Misterioso: un viaggio attraverso i misteri, i segreti e le leggende della Regione più magica d’Italia a cura di Ivaldi and Mercuriati, Sperimental Theatre di Torino

VENERDI’ 8 OTTOBRE

PIAZZA SANTAROSA DI SAVIGLIANO – ore 21 – Des Corps de Villes.
La nozione di ‘normalità’ esplorata in una città attraverso il linguaggio dei corpi messo in scena da attori e danzatori.
Spettacolo teatrale e di danza a cura della Compagnia Le Nomade Village della Francia.

DOMENICA 24 OTTOBRE

CASTELLO DI RODDI – ore 16 – Alfieri incontra Amleto
A confronto due grandi della letteratura, tra visionarietà, ironia e storia: Vittorio Alfieri e William Shakespeare. Spettacolo teatrale a cura dell’Associazione Culturale Agar di Asti.

Fonte: targatocn.it

Giordano Bruno. Mostra di quadri-scultura in ferro di Alessandro Vigo, “De l’infinito, universo e mondi”, (Pescara, 19 Maggio 2010, ore 17:30)

Giordano Bruno. Mostra di quadri-scultura in ferro di Alessandro Vigo, “De l’infinito, universo e mondi”, (Pescara, 19 Maggio 2010, ore 17:30)

Pescara – Domani alle 17:00, nella sede del Mediamuseum di Pescara sarà inaugurata la mostra di Alessandro Vigo, “De l’infinito, universo e mondi”: un omaggio a Giordano Bruno attraverso quadri-scultura in ferro, a cura di Chiara Strozzieri.
La mostra resterà aperta al pubblico dal 19 al 28 maggio e sarà visitabile dal lunedì al sabato dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 19:00.

Fonte: inabruzzo.com

A via Atri, 3 la casa delle meraviglie. Giuseppe Zevola ospita la sua arte (Napoli, dal 1° Maggio)

L’artista napoletano apre una volta al mese le porte della sua dimora-museo: opere choc scendono dal soffitto

NAPOLI – Tra la miriade di oggetti colorati, collage e installazioni che pendono oscillando dal soffitto della casa di Giuseppe Zevola c’è una raffigurazione antica della Filosofia, personificata da una donna nel cui ventre ha infiniti cassetti estraibili, segreti della conoscenza. E’ una metafora significativa di ciò che è l’abitazione-museo dell’artista partenopeo in via Atri 3 a Napoli, che dal primo maggio aprirà al pubblico per ogni primo sabato del mese dalle 18 alle 24.

Già quasi tutto esaurito per il primo appuntamento; chi vorrà incontrare l’eclettico poeta, filosofo, editore e pittore amico di Hermann Nitsch dovrà prenotarsi per il prossimo incontro sul sito http://www.positionplotting.com. Quello che è considerato il «museo più privato del mondo» è la nobiliare casa di famiglia di Giuseppe: soffitti alti, di legno, decorati, dove sono forti gli omaggi in forma d’arte a Teresa D’Avila e Giordano Bruno, nel cuore di Napoli, in una strada dove un tempo abitarono Goethe e Benedetto Croce. Proprio lì, a due passi dalla greca agorà, luogo d’incroci e contaminazioni orientali, riprodotte nei lavori di Zevola: i maestri giapponesi vanno a braccetto con Dante in un collage; Buddha è dirimpettaio (su una console sollevata da terra) della sagoma di Alice nel Paese delle Meraviglie; le porte sono scatole cinesi in cui sbuca il «Viandante sul mare di nebbia» di Friedrich e i quadri raffigurano alla stessa tavola Cristo e Totò.

Un posto unico, quasi la casa di un alchimista ermetico, ancor più suggestivo se a lume di candela. Nel corso degli appuntamenti Zevola, che vive tuttora tra Vienna e Napoli, con trascorsi a Lisbona, Usa, Cina, Australia e su una barca in giro per il Mediterraneo, proporrà interventi musicali di Marco Sannini e Fabia De Luca (concerto per arpa celtica) e musiche del compositore Lucio Maria Lo Gatto. Sulle pareti, tra una sala e l’altra, saranno proiettati i video artistici di Zevola, discendente d’illustri avvocati del Foro napoletano, la cui madre era la figlia del barbiere del grande Antonio De Curtis. Nella sua vita Giuseppe ne ha passate tante: da quando a Barcellona vendeva «gocce di pioggia da Napoli» a quando ha fondato nel 2004 la casa editrice Position Plotting Book (da un termine marinaro per indicare la posizione) per cui pubblica i testi dei suoi filosofi più amati tradotti anche nelle più remote lingue del mondo. La sua casa è un «sunto» delle sue esperienze e della sua genuina follia. Visitarla per credere.

Marco Perillo
30 aprile 2010

Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it