Lettura e analisi degli “Eroici Furori” di Giordano Bruno [ Pellezzano (SA), Domenica 6, 13, 20, 27 giugno 2010, ore 18]

Lettura e analisi degli Eroici Furori di Bruno.

“Se dumque è infinito il mare ed inmensa la forza de le lacrime che sono ne gli occhi, non faranno giamai ch’apparir possa favillando o isvampando l’impeto del fuoco ascoso nel petto”

(De gli eroici furori, seconda parte, dialogo terzo)

A Pellezzano (SA) nell’Antico Convento dello Spirito Santo. Domenica 6, 13, 20, 27 giugno 2010 alle ore 18 Lettura e analisi degli Eroici Furori di Bruno.
Le conversazioni di Rino Mele iniziano e terminano con musiche strumentali del Settecento. Domenica 27, la sequenza sugli Eroici Furori verrà chiusa da un filmato di Marius Mele sul corpus iconographicum di Giordano Bruno.

Fonte : rednest

Prof. Rino Mele
Professore Associato
DiLAS
Dipartimento di Letteratura, Arte e Spettacolo
curriculum
Rino Mele è nato a sant’Arsenio, Sa, il 4-2-1938, insegna Storia del Teatro nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno. Ha avuto incarichi di supplenze in Storia della Critica, Comunicazione visiva. Sociologia della Letteratura, Retorica e Stilistica.
Tra i suoi libri, Morte a Venezia (K Teatro,1972), Ken Russell (La Nuova Italia,1975), Il teatro di Memè Perlini (Edizioni 10/17, 1978), Scena oscena. Rappresentazione e spettacolo (Officina edizioni,1983), La casa dello specchio. Modelli di sperimentazione nel teatro degli anni Settanta (Ripostes, 1984), La scacchiera del tempo (Taide, 1985), Il corpo e l’anima. Il teatro di Pirandello (Avagliano, 1990), Tropici di carta. La fotografia (10/17, 1991), Teatro anatomico (Avagliano,1992), Agonia (Avagliano, 1994), Via della stella (Avagliano, 1994), Separazione di sera (Sottotraccia, 1994), Il sonno e le vigilie (Sottotraccia, 2000), L’incendio immaginato (10/17, 2000) dedicato alla visione del mondo e alla morte per fuoco di Giordano Bruno, Il corpo di Moro (10/17, 2001), Una montagna aspra (Plecticà, 2002), Apocalisse di Giovanni (traduzione, saggio introduttivo, Il teatro di Dio, Edizioni 10/17, 2002), La lepre del tempo e l’imperatore Federico II (Sottotraccia, 2004).
Tra gli innumerevoli saggi pubblicati, da ricordare almeno Radiofonia, l’incantesimo organizzato (1984), Le sei visioni. Spazio narrativo e testo grafico (1987), Drammaturgia sanguinetiana (1991), Il grido del cieco (1992), Il mare muto di Seneca (1994), Il corpo nudo e la macchina (1995), Il teatro di carta. Pasolini (1995), La confessione e la scena, esercizi di retorica (1996), Illato lumine. Dalle incendiate tenebre di Ovidio al silenzio bianco della Mirra di Alfieri (1998), Le mani spezzate del teatro (2002), Album di famigla di Pirandello (2002), Dove può nascondersi un attore sulla scena? (2002), Le feci, il sangue e l’azzurro fuoco del Vesuvio (2006), Nel giallo della rosa sempiterna, sulla teatralità di Dante (2006), Sanguineti, le parole col volto di cose e l’universo in miniatura (2006).
Curriculum Prof. Rino Mele

Robert Langot, Giordano Bruno, Portaparole, Roma, 2009.

Riporto la recensione del libro “Giordano Bruno” in lingua francese, dello psicanalista Robert Langot per la Casa editrice italo-francese Portaparole che lo ha pubblicato nel novembre 2009:


Lingua: francese | 264 pagine | Brossura 12×19,5
Giordano Bruno | Robert Langot
Prezzo: 18,00 €
Data di uscita: novembre 2009
Collana:Il Pendolo
ISBN: 8889421746

Di cosa parla
In questo testo che si può leggere come una sceneggiatura o una pièce teatrale, l’autore situa il grande visionario che fu Giordano Bruno nel contesto storico dell’epoca. Evoca la lotta della Repubblica di Venezia contro l’influenza di Roma che, essa stessa deve difendersi dall’egemonia di Filippo II di Spagna mentre combatte la riforma e l’anglicanismo. Giordano Bruno appare allora come prigioniero di una rete di intrighi, in un universo impietoso di scomunicazioni, in una politica di Proibizioni contro le CIttà libere, testimone impotente della lotta di Stati alleati gli uni contro gli altri per assicurarsi l’egemonia. Campanella, il poeta che le poète qui auspicava una teocrazia universale, Paolo Sarpi, il grande uomo di Stato veneziano, Galileo, sapranno restare a galla, sopravivere, allorché Giordano Bruno, nel suo « furore eroico », come una torcia vivente, illuminerà con il suo sacrificio i secoli futuri.

Chi è l’autore
Robert Langot, psicologo di formazione, è psicanalista specializzato in psicosomatica. Le sue ricerche inglobano, sul piano orizzontale le fratellanze, considerate sul piano verticale delle dinamiche del lignaggio paterno e materno. Ė l’autore di saggi, romanzi, biografie romanzate e sceneggiature. Certi episodi della vita di Byron e della sorellastra Augusta così come Goethe e sua sorella Cornélia sono studiati in Les Frères-Amants. Le relazioni di Camille e Paul Claudel così come le radici familiari di Rodin, in Déméter la Profonde, la Souterraine. Ha studiato anche la vita di Paul-Louis Courier chiarendo così la sua fine tragica. Prepara una prossima sceneggiatura dedicata a Jacqueline Pascal, la sorella del filosofo.

Sito Casa Editrice Portaparole
Bio-bibliografia dell’autore