“Certame muore perché sottovalutato”

NOLA – “Il Certame bruniano, così come lo conosciamo, quest’anno non si farà”. A dichiararlo, confermando le anticipazioni del Nolano.it, è il preside Allocca del Liceo Carducci, istituzione culturale per antonomasia della città, e sede da sempre della manifestazione dedicata al filosofo nolano. Lo abbiamo intervistato per chiarire alcuni dettagli della vicenda che sta facendo discutere la città intera. “Il certame bruniano ha dei tempi di preparazione molto lunghi – ha dichiarato il preside – Noi, in quanto parte in causa nella sua organizzazione, abbiamo lasciato tutto il tempo affinché la nuova amministrazione si stabilizzasse, ma non ci sono stati dati risultati. Abbiamo fatto una sola riunione con il comune e con tutte le scuole, alla fine risoltasi con un nulla di fatto. Ne era prevista un’altra, ma è saltata, e non ne sono state convocate più. Ad oggi, e manca un mese, questa versione ”rattoppata“ del Certame non si sa che forma avrà”. “E’stata persa una grande occasione – interviene Luigi Pasciari, docente di filosofia nello stesso istituto e tra gli organizzatori dell’evento – Il Certame non riguarda solo Giordano Bruno, ma è l’immagine stessa della nostra terra, una immagine ricca, e culturalmente vivacissima che riesce ad esprimere appieno le potenzialità della nostra città”. I problemi di fondo che non consentiranno il regolare svolgersi della manifestazione sono ben chiari a chi il Certame lo vive e lo organizza in prima persona. Il preside Allocca li spiega. “Il Certame è stato sottovalutato. Si è creduta una cosa per addetti ai lavori, mentre invece ha sempre riguardato e riguarda la città intera. E’ stato poi confuso: nelle varie riunioni con l’amministrazione mi sono reso conto che il Certame veniva visto come rinchiuso all’interno della Fondazione Giordano Bruno, come un fatto privato di questa che quindi dovesse essere risolto, insieme a tutte le altre problematiche, dalla Regione. Mentre invece sono due cose assolutamente distinte, per ruolo e per organizzazione. Una volta fatto capire questo, sono subentrati i problemi economici, e organizzativi. Frutto di una politica che negli anni scorsi non è mai riuscita a mettere da parte i soldi per pagare le spese. Prima li anticipava la scuola, e venivano poi rimborsati dopo diversi mesi. Ora però a causa di cambiamenti legislativi alle scuole non è più concesso di poter anticipare cifre simili. Ed ecco nascere i problemi. Il Certame avrà vita garantita solo quando si riusciranno a mettere i soldi con almeno un anno di anticipo”.

di Gianluca Amato 18/03/2010
Anno III Numero 77

Fonte:  Ilnolano.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: